La nuova legge elettorale

     



Per me è un dovere esprimere con chiarezza il mio voto ed è un invito a tutti a fare altrettanto.
Anche se potrei essere penalizzato, come deputato veneto del PD, potrei essere io il deputato in meno tra quelli uscenti ma penso che al Paese serva una legge elettorale omogenea come chiesto dal Presidente Mattarella.
Penso siano utili le coalizioni.
Penso sia meglio il collegio per avere un rapporto stretto tra eletti ed elettori, che sia l’uninominale maggioritario o il collegio proporzionale con lista corta e nomi visibili sulla scheda.
Penso anche che, se siamo intellettualmente onesti, sappiamo che senza la fiducia, dolorosa ma necessaria, avrebbe vinto il partito trasversale del non far nulla, dell’interesse personale.
E se qualche collega legittimamente non è d’accordo lo dica. Prima. Diciamoci le cose in faccia.

Rispondi

Iscriviti alla Newsletter

I testi presenti sul sito, in assenza di altre indicazioni, sono scritti da Diego Zardini o suoi collaboratori. Sono riutilizzabili riportando la fonte.

© Diego Zardini 2017