Elezioni Regionali 2015: lettera di Alessandra Moretti

     

Schermata 2015-05-15 alle 18.54.13

La sfida delle elezioni regionali racchiude tutto il senso del mio fare politica: la possibilità concreta di cambiare il futuro, a partire dal territorio in cui sono nata e cresciuta. La mia storia è iniziata in Veneto, tra la mia gente, ed è qui che voglio tornare da Governatore.

Credo che il cambiamento sia doveroso. Per i nostri giovani, venuti al mondo negli anni Novanta, e per restituire a chi è nato prima degli anni Novanta una Regione davvero protagonista, in Italia e in Europa. Operosità, valori, eccellenze, qualità, idee, opportunità, risorse: al Veneto non manca niente per tornare ad essere davvero “la locomotiva del Nord Est”. Ma serve una svolta, serve una guida ferma e sicura.

Possiamo fare molto in 5 anni. Ecco le mie proposte, racchiuse in 5 aree tematiche:

  1. Costi della politica e trasparenza
  2. Lavoro e sostegno alle imprese
  3. Ambiente e dissesto idrogeologico
  4. Commercio, cultura, turismo e trasporti
  5. Sanità e sociale

Ti chiedo di leggerle con attenzione e di condividere con parenti, amici e conoscenti le idee che più si avvicinano ai loro interessi e alle loro aspettative.

La differenza tra un sogno e un obiettivo è una data: la nostra data è il 31 maggio.Fino a quel giorno abbiamo il dovere di attivare chi ci è più vicino, di convincerlo, di spiegare le nostre buone regioni, di diventare testimoni del cambiamento possibile.

Ogni minuto perso è tempo che non ci sarà più restituito. Non possiamo sprecare questa occasione, perché, se non la cogliamo oggi, dovremo aspettare altri 5 anni.

Grazie per quello che farai.

Alessandra Moretti

1 commento

  1. G.Franco

    Nei prossimi giorni andro’ a casa x casa con volantini e convinzioni x cercare di far capire quanto è importante questo voto x noi VENETI.DAI MORETTI!!!!!!!!!!!!

Rispondi

Iscriviti alla Newsletter

I testi presenti sul sito, in assenza di altre indicazioni, sono scritti da Diego Zardini o suoi collaboratori. Sono riutilizzabili riportando la fonte.

© Diego Zardini 2017